Questo forum utilizza i cookies
Questo forum fa uso di cookie per memorizzare le informazioni di login se sei registrato, e la tua ultima visita se non lo sei. I cookie sono brevi documenti di testo memorizzati sul tuo computer; i cookie impostati dal forum possono essere utilizzati solo su questo sito e senza rischi per la sicurezza. I cookie su questo forum possono anche monitorare gli argomenti specifici che hai letto e quando li hai letti. Si prega di confermare se si accettano o si rifiutano le impostazioni di questi cookie.

Un cookie viene memorizzato nel browser indipendentemente dalla scelta agita per evitare che sia ripetuta ancora una volta la domanda. Sarai in grado di modificare le impostazioni dei cookie in qualsiasi momento utilizzando il link a piè di pagina


Votare NO è patriottismo!
#1
colors 
I motivi per votare NO al pastrocchio con il quale vogliono farci credere che intendono snellire le istituzioni sono svariati, uno più valido dell’altro. Partiamo dal presupposto che questa riforma conviene solo ed esclusivamente al bullo di Firenze ed ai suoi sodali: debbono assolutamente legittimarsi agli occhi del popolo assumendo uno status totalmente nuovo. Rappresentano infatti la protesi illecita di quei poteri occulti, primo fra tutti il gruppo Bilderberg, giunta al potere con un golpe bianco. Votare NO è un atto patriottico a tutela della democrazia, il modo migliore per onorare i Padri Costituenti. Vogliamo consegnare questo nobile ruolo al fracassone di Ponte Vecchio, certa Maria Elena Boschi e quel “galantuomo” di Dennis Verdini? Dobbiamo essere seri e spedire a casa gli usurpatori, anche per i motivi di seguito elencati:

1.    Il Senato non verrà affatto abolito ma trasformato in un’oasi felice dove si raduneranno fannulloni che godranno dell’immunità parlamentare. Una sorta di zona franca dove la magistratura non potrà intervenire. Resteranno quindi impunite anche le malefatte agite a livello locale e regionale.
2.    Il Senato non sarà eletto dal popolo, ad onta di due semplicissimi meccanismi che consentono di realizzare il cosiddetto Senato federale: vi dimorano i governatori delle regioni come in Germania, oppure i senatori vengono eletti come negli Stati Uniti.
3.    La famosa navetta tra Camera e Senato rimarrà in vigore dibattendosi tra dieci procedimenti differenti: una confusione immane.
4.    Il risparmio dichiarato è di 500 milioni di euro, altra balla colossale: 50 sono anche troppi, senza contare il rimborso spese di viaggio e soggiorno nella capitale.
5.    La riforma è connessa intrinsecamente alla legge elettorale che permette ad un partito che rappresenta un quinto degli italiani di avere una maggioranza spropositata alla Camera, eleggere quindi i giudici costituzionali, imporre il presidente della Repubblica e occupare militarmente la tv di Stato.
6.    Con l’attuale legge elettorale i capilista sono eletti obbligatoriamente a prescindere dalla volontà degli elettori. E’ questa un’altra bella porcata!
7.    Si può essere capilista in 11 collegi differenti e quindi verrà deciso ai piani alti anche chi sarà il secondo obbligatoriamente eletto, ignorando totalmente il parere degli elettori. Un sistema che non esiste in nessuna democrazia Occidentale
8.    Si è stimato che ben due terzi della Camera saranno imposti dalle segreterie dei partiti, immaginiamo pertanto che fior di galantuomini approderanno alle istituzioni.

Persino un certo Napolitano si è reso conto che la legge elettorale è improponibile ed ha chiesto di modificarla. Le sberle rifilate dal Movimento Cinque Stelle alle amministrative hanno suggerito miti propositi agli ideatori di questo mostruoso meccanismo che doveva garantire al fanfarone di Firenze lunga governabilità.

Siamo al cospetto di una nuova Marcia su Roma, dobbiamo assolutamente impedirla, non diamo legittimità a chi si è impadronito del potere senza il plauso del popolo. Rechiamoci in massa alle urne con due obbiettivi ben precisi: votare NO e mandare a casa il tiranno e i suoi sodali. Non vanifichiamo il sacrificio dei Padri Costituenti che hanno dato il sangue affinché si potesse vivere in un paese democratico. Siate vigili, informatevi, non fatevi irretire dalle menzogne di un gruppo di politicanti da osteria che cerca solamente legittimazione popolare e consegnare l’Italia ad un potentato mondiale. Non lasciamo che questi ladri di democrazia compiano la loro razzia. Votiamo NO. Vi esorto ad ascoltare con grande attenzione l’intervista al Giudice Ferdinando Imposimato che potete trovare al seguente link: https://www.youtube.com/watch?v=KZalSMSFnWo  e che leva altissimo un grido di allarme: la democrazia è in serissimo pericolo!!!

Se ciò non fosse ancora sufficiente, è presente in rete un filmato molto interessante che descrive cosa è realmente la mostruosità che il Giamburrasca fiorentino ha messo in atto. Ecco il link dove poter assistere con la dovuta calma: http://www.la7.it/la-gabbia/video/la-nuova-costituzione-sponsorizzata-dalle-banche-nessuno-19-05-2016-184692  

Altro presidio di genuina informazione dove il giudice Ferdinando Imposimato spiega il colpo di Satato in atto nel nostro paese: https://www.youtube.com/watch?v=osvAoRxQsn8

La denuncia di Enrico Mentana su come il tiranno sta falsando il referendum con i concittadini residenti all'estero: vengono utilizzati i soldi pubblici per inviare esclusivamente le ragioni del SI, in pratica questi furfanti fanno campagna elettorale con i nostri quattrini: http://www.ilfattoquotidiano.it/2016/11/...m/3184787/

Inoltrate questi indirizzi web via WathsApp a tutti i vostri contatti, fate in modo che la gente sappia in quale terribile tagliola stanno scaraventando l’Italia questo manipolo di irresponsabili.


[Immagine: No.png]

Colgo occasione per ringraziare amiche ed amici cari che al mio fianco si battono per questa sacrosanta causa, coloro che si spendono alla ricerca del materiale con il quale è possibile scrivere gli articoli, diffondono le notizie acquisite laddove vi sono persone che non hanno altri canali di informazione se non la TV governativa o altre emittenti asservite al potere. Il nostro compito è fare in modo che la voce dell’opposizione, mai così imbrigliata e confinata in un ruolo periferico, giunga chiara, nel pieno dei suoi assunti, a chiunque voglia informarsi correttamente su quanto sta accadendo nel nostro paese. Grazie quindi a...

Luisella D'elia
Ilenia Murgia
Annalisa Uda
Ilaria Boeddu
Toni Saba
Emanuele Zara
Giancarlo Fiori
Nicola Ortu
Renato Latte
Salvatore Delitala
Franco Carta
Sandro Feurra
Tonino Sechi
Francesco Oggianu
...

Altresì ringrazio di cuore il gruppo contatti di WhatsApp che con me condivide la battaglia. Vi abbraccio tutti con stima e affetto. Grazie!  

#2
mix_video 
Votare No è un dovere che ogni cittadino maggiorenne deve assolvere per difendere la Costituzione e la democrazia. NO a prescindere Wink
#3
messagebox_info 
Saludu Mariano
come sempre ottimo articolo ben esposto; io lo avevo già scritto in un post che votare NO è un atto di patriottismo tu lo ribadisci giustamente in questo articolo, speriamo che questa sia l'intenzione e lo stato d'animo di tutti gli italiani; tutti uniti nel NO per scongiurare il grave pericolo mandiamo a casa gli usurpatori.  Angry
Adiosu
#4
L'atto più nobile che oggi si possa fare in Italia è votare NO Shy
#5
mix_audio 
Sono con te Gianfo, condivido Smile
#6
kalzium 
Ciao Mariano
ancora una volta mi complimento per la tua capacità espositiva che è una vera goduria per chi ti legge. Domanda dove sono finiti quelli che facevano i girotondi quando era Berlusconi al potere e tutti gli intellettuali di sinistra che si scaraventavano a terra per qualsiasi cosa che lo riguardasse? Se l'avesse fatto Berlusconi di occupare la TV pubblica e tutto il casino che sta combinando questo incompetente l'Italia sarebbe tutta una barricata; democratici di sinistra? No democratici solamente con quelli che la pensano come loro e che sostengono questa porcata. Votiamo NO decisi per salvaguardare la democrazia e la libertà Smile
#7
kfm_home 
Si sono rimangiati tutto il rimangiabile, prima dicevano che il bomba avrebbe portato la destra nel partito adesso che forse sono stati orbi e ciechi; tutti i portaborse di Bersani e Dalema sono passati all'altra sponda, accidenti quanto consenso attira un piatto di lenticchie Angry
#8
mix_audio 
Ho visto i filmati proposti nei link, pazzesco; a quell'altro personaggio di Tony Blair evidentemente non gli basta il sangue che gli gronda dalle mani, ci vuole aggiungere anche quello degli operai delle democrazie occidentali. Che individui orridi, squallidi, e chi più ne ha più ne metta NO ancora di più, NO per difendere gli operai e i loro diritti, NO per difendere il popolo italiano, NO per difendere la democrazia Angry
#9
keditbookmarks 
Alla faccia di un'Italia più competitiva e snella nelle istituzioni, questi ci stanno buttando a mare altro che storie NO senza alcun dubbio, NO ancora di più
#10
khotkeys 
Mai visto una schifezza come questa ma la cosa peggiore è che c'è gente che crede alle panzane di questi farabutti; ma quando mai che si possa arrivare a mandare il proprio paese in rovina per un disegno puramente commerciale, di sporco denaro e interesse. Questi sono tutti matti Angry Angry Angry


Vai al forum:


Utente(i) che stanno guardando questa discussione: 2 Ospite(i)