Questo forum utilizza i cookies
Questo forum fa uso di cookie per memorizzare le informazioni di login se sei registrato, e la tua ultima visita se non lo sei. I cookie sono brevi documenti di testo memorizzati sul tuo computer; i cookie impostati dal forum possono essere utilizzati solo su questo sito e senza rischi per la sicurezza. I cookie su questo forum possono anche monitorare gli argomenti specifici che hai letto e quando li hai letti. Si prega di confermare se si accettano o si rifiutano le impostazioni di questi cookie.

Un cookie viene memorizzato nel browser indipendentemente dalla scelta agita per evitare che sia ripetuta ancora una volta la domanda. Sarai in grado di modificare le impostazioni dei cookie in qualsiasi momento utilizzando il link a piè di pagina


Noi votiamo NO alla schiforma
#1
clanbomber 
Finalmente è stata fissata la data per recarsi alle urne in occasione del referendum costituzionale che prevede l’approvazione o meno di una riforma che si declina come un vero e proprio attentato alla Costituzione: un percorso d’abominazione che possiamo definire come insulto al popolo italiano. Allestita solo ed esclusivamente per i comodi della casta che oggi governa il paese, creata come ciambella di salvataggio per tutti quei politici che hanno conti in sospeso con la giustizia: un senato formato da consiglieri regionali (il ceto più corrotto) e sindaci che, protetti dall’immunità parlamentare, continueranno a delinquere al riparo da ogni forma di controllo. Chi eleggerà i senatori? I partiti, non più il popolo, quindi, questa riforma è in contrasto col primo articolo della nostra Costituzione che così recita:

L'Italia è una Repubblica democratica, fondata sul lavoro.
La sovranità appartiene al popolo, che la esercita nelle forme e nei limiti della Costituzione
.

[Immagine: No.png]

Non è affatto vero che limita il numero dei parlamentari e i costi della politica: sussiste forse l'esigenza di modificare la Costituzione per ridurre la pletora dei parassiti e i loro emolumenti? Possibile che si debba ricorrere ad un adeguamento costituzionale per invalidare quanto questi bucanieri accreditano con una semplice alzata di mano? Ma è un’incongruenza apocalittica! Ciò che tali sfaccendati ottengono con levata di braccio, per poter essere annullato, necessita del ricorso alle urne. Ma la porcata ben si occulta quando ci narrano, quotidianamente, con la complicità dei media asserviti, di che colore sono le mutande di Virginia Raggi.

Avremo modo di analizzare con dovizia di particolari il gigantesco imbroglio posto in essere dal pregiudicato di Arcore ed il bulletto di Firenze coi loro sodali, per adesso invito i gentili lettori a porsi un semplice quesito: con l’Italia che sprofonda nel baratro, il popolo praticamente ridotto a frugare nei cassonetti della spazzatura, la disoccupazione che ha raggiunto livelli da primato, la fuga dei nostri cervelli all’estero e tutto lo sconquasso che questo governo sta creando, necessitiamo di questa riforma?

Rammentate le famose leggi (ideate per sé e combriccola a rimorchio) proposte quale battaglia di civiltà dal puttaniere di Arcore mentre il paese precipitava nella povertà e nel malaffare? Siamo sulla medesima strada, l’Italia non ha affatto bisogno di una riforma della Costituzione ma di politici seri, onesti, competenti, che si adoperino realmente per il bene del paese. Altro che trasformazioni truffaldine e inciuci di palazzo: la gente sta male, ha fame!

Dunque diffidate di una riforma inutile che rappresenta solo ed esclusivamente il salvacondotto per la casta che intende conservare poltrone e privilegi, ma soprattutto, tenere a distanza il controllo della legge affinché vi sia il prosieguo del malaffare, della corruzione, del saccheggio.

Per quanto sopra esposto e altre ragioni che spiegherò più avanti, dobbiamo opporci con la sola arma possibile: recarci in massa alle urne e dire NO a questo pastrocchio, NO al governo di chi non è stato eletto dal popolo, NO alle ammucchiate indecorose preposte a salvaguardia di poltrone e privilegi. NO a questa demenza che vuole porre in catene la sovranità popolare. Siate accorti, informatevi, non fatevi ingannare dalle menzogne di chi vuole trasformare l’Italia nel regno dei feudatari e dei signorotti. La RAI e altri media sono già stati occupati, se dovessero riuscire nel loro intento la democrazia sarà commissariata. Opponiamoci a tutto ciò, con forza, diciamo NO a questi funamboli dell’inganno. Per informazioni sulle ragioni del NO recatevi al seguente sito:

http://www.iovoto.no/

Grazie per la vostra attenzione.
Un saluto da Bolotana
#2
Ciao Mariano
condivido e approvo senza riserve; li dobbiamo seppellire sotto una valanga di NO e mandarli a casa prima che sia troppo tardi, io voto NO
#3
Saludamoso,
speriamo che la gente capisca con quale inganno ci fogliono fregare, votiamo un NO deciso contro questi ingannatori; io voto NO
Adiosu
#4
Articolo ineccepibile che racconta la verità su questa schifezza; abbiamo non solo il dovere di votare No ma di far capire alla gente le nostre ragioni, bisogna andare alle urne tutte uniti e mandare a casa gli usurpatori; io voto NO AngryAngryAngry
#5
Mandiamo a casa chi non è stato eletto da nessuno e respingiamo una riforma che è una gigantesca PRESA PER I FONDELLI. Io voto NO AngryAngryAngry
#6
Un NO secco e deciso io voto NO
#7
No a prescindere perchè la riforma è una schifezza senza uguali; No per mandare a casa la marionetta di Firenze e tutto il giro che lo sostiene, io voto NO AngryAngryAngry
#8
NO tutta la vita senza se e senza ma; io voto NO Angry
#9
Senza ripensamenti o dubbi io voto NO contro questo obbrobrio AngryAngryAngry
#10
NO senza dubbi o incertezze ancora di più dopo aver visto il confronto su LA7 tra un emerito somaro e il professore Zagrebelsky. Bravo bamboccione continua così e tira sempre Di Maio nelle tue sparate a vuoto che così attiri consenso; un miliardo di volte No, io voto NO


Vai al forum:


Utente(i) che stanno guardando questa discussione: 2 Ospite(i)